La nostra Storia

STORIA DELL’ISTITUTO SECOLARE ANCELLE DELLA DIVINA MISERICORDIA

L’Istituto Secolare Ancelle della Divina Misericordia è stato fondato dal Sacerdote Don Domenico Labellarte, figlio spirituale di S.Pio da Pietrelcina.

L’ispirazione di tutta l’Opera “…al servizio della Divina Misericordia”, di cui l’Istituto delle Ancelle fa parte, avvenne presso la Cappella dell’Almo Collegio Capranica in Roma, nel maggio del 1943, mentre don Domenico studiava per diventare sacerdote. Presso la Cappella dell’Almo Collegio Capranica in Roma ebbe l’ispirazione di tutta l’Opera al servizio della Divina Misericordia, dalle ore 11 alle ore 12 di tre giorni consecutivi, 15-16-17 maggio 1943:

  • Sabato 15 la chiamata del Buon Dio mirava ad innalzare il sacerdozio ministeriale come dignità e santità ed a potenziare il rispettivo ministero pastorale;
  • Domenica 16 il Signore voleva che accanto ai sacerdoti ci fossero delle persone autenticamente sacerdotali, capaci di elevare con la loro nobiltà d’animo e con la loro formazione gli stessi sacerdoti offrendo al loro ministero una collaborazione docile, generosa e corresponsabile;
  • Lunedì 17 l’ispirazione domandava insistentemente di favorire la comunione sincera, fraterna e fortemente spirituale fra Vescovi, Sacerdoti e Diaconi.

Domenica 22 agosto 1943, allora festa liturgica del Cuore Immacolato di Maria, ed ora memoria della Beata Maria Vergine Regina, Padre Pio da Pietrelcina, in un colloquio privato di circa un’ora e mezza, senza che il nostro Padre accennasse alla triplice ispirazione, precisò chiaramente la chiamata e la volontà di Dio, tracciò un programma d’azione ben chiaro e dettagliato e ordinò che si cominciasse subito, assicurando la sua benedizione e continua protezione, da noi tutti continuamente sperimentate.

Nell’agosto del 1947 Padre Pio invitò espressamente don Domenico a fermarsi a San Giovanni Rotondo, dove per circa tre anni rimase sotto la guida amorevole del suo Padre e Maestro. Alla scuola di Padre Pio, il nostro Fondatore capì quale doveva essere il binario su cui far camminare tutta l’Opera: Parola di Dio e Misericordia.

DA SAN GIOVANNI ROTONDO AL MONDO INTERO

Non a caso, il primo nucleo dell’Istituto Secolare “Ancelle della Divina Misericordia” si consolida a San Giovanni Rotondo (1947) quando il Fondatore don Domenico Labellarte ebbe a servire gli operai della miniera della Montecatini e, in generale, i bisognosi del paese.

Nel dicembre 1949 don Domenico arriva a Valenzano, suo paese natale, come parroco, qui incontra Lucia Pacucci, prima Ancella del gruppo di Valenzano. Ed è proprio nella Parrocchia di San Rocco a Valenzano che nel gennaio del 1950 si costituiva un secondo gruppo di Ancelle.

Il primo statuto delle Ancelle è stato della Divina Misericordia corretto e completato da Padre Pio nella cella n.1 del Convento dei Padri Cappuccini.

Il primo statuto delle Ancelle della Divina Misericordia è stato  corretto e completato da Padre Pio nella cella n.1 del Convento dei Padri Cappuccini.

A San Giovanni Rotondo, nella cella n.1 del Convento dei Padri Cappuccini, dalle ore 19 alle 20 del 29 e 30 settembre 1953 veniva corretto e completato da Padre Pio il primo statuto delle Ancelle della Divina Misericordia. Alla fine, lo stesso Padre Pio sottolineava e ribadiva l’importanza della disponibilità quale specifica caratteristica del Pio Sodalizio nascente.

Poco prima della Pasqua 1962 Padre Pio incoraggiava il Padre a “uscire fuori dal nido, perché è li che si manifesta la validità del carisma e della formazione di un Istituto.” E incominciò a parlargli di America, Francia e altre nazioni. Il nostro Padre Fondatore chiese subito alle Ancelle la loro disponibilità a partire per l’America. Sette Ancelle alzarono la mano fra cui Florinda Cascarano, che Padre Pio aveva già designato per tale compito, fra le 7 non c’era Lucia, altra Ancella indicata da Padre Pio per questa missione.

Lucia non aveva intenzione di andare in America e d’accordo con don Domenico decide di andare da Padre Pio a chiedere consiglio. Florinda ricevette subito la benedizione da Padre Pio, Lucia si mostrò dubbiosa per questo viaggio ma Padre Pio la incoraggiò con un “Vai figlia mia, ci sarò io con te! Tutti i dubbi di Lucia sparirono in un batter d’occhio. Così partivano le prime due Ancelle per gli USA in data 8 ottobre 1962.

Nello stesso anno Antonietta Labellarte con altre due Ancelle si preparavano a partire per la Francia e precisamente per Castelnaux-leLex presso Montpellier. Dopo qualche anno si trasferirono a Grenoble presso la Missione Italiana, l’apostolato era gravoso per il grande afflusso di immigrati da varie regioni d’Italia.

Nello stesso periodo anche altre ancelle lasciarono il nido sempre con la benedizione di Padre Pio: negli anni 60 Lina Palmisano con Anna Maria Calabrese erano chiamata dal parroco di Gualdo Cattaneo(PG) per una missione. Ancora in Italia alcune Ancelle svolgevano la loro missione a Roma in alcuni quartieri e altre si dirigevano in alcune zone della Sicilia e in Calabria.

L’Istituto andava via via diffondendosi in Italia e nel mondo.

APPROVAZIONI

Il 25 marzo 1963, festa dell’Annunciazione della B.V.Maria, l’Arcivescovo di Bari,  Mons.Enrico Nicodemo riconosceva l’Istituto come Pio Sodalizio, lo stesso Padre Pio pianse di gioia quando il nostro Padre Fondatore gli portò la bella notizia e riconoscente al Signore esclamò: “Figlio mio, ringrazia il Signore!”

A seguito di un incontro del Padre Fondatore con un sacerdote tedesco, arrivarono anche le prime Ancelle dalla Germania. Il gruppo tedesco, guidato dalla Dott.ssa Maria Ruffing, fu incoraggiato da Padre Pio durante un loro viaggio a San Giovanni Rotondo.

Il 26 luglio 1967, festa dei Santi Gioacchino ed Anna, arrivò la notizia del “Nulla Osta” al riconoscimento dell’Istituto come Istituto Secolare di diritto diocesano.

Nello stesso periodo anche la Francia aveva aperto il cuore all’Istituto delle Ancelle attraverso Claudine Joly che, convertita in età adulta a seguito delle lettura di un libro su Padre Pio, durante un pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo incontra don Giustino Rosset, assistente generale delle Ancelle della Divina Misericordia, che le parlò dell’Istituto. Dopo qualche anno Claudine entrò nell’Istituto al quale si dedicò con grande entusiasmo.

Il 31 luglio 1972, don Domenico andò a Collevalenza da Madre Speranza, che gli raccontò della sua esperienza con Padre Pio: “Anch’io ho penato tanto per la mia fondazione, poi venne a trovarmi Padre Pio e mi promise che presto l’avrei avuta e difatti arrivò dopo un mese; preghiamo e il Signore provvederà!”

Dopo soli 15 giorni, il 15 agosto 1972, solennità dell’Assunzione della B.Vergine Maria, arrivò per le “Ancelle della Divina Misericordia” l’approvazione pontificia con Decreto Laudis.

Del 25 Marzo 1982 è l’approvazione costituzioni dell’Istituto.

Nel 1990, grazie al lavoro degli Apostoli di Gesù Crocifisso a Czestochowa, anche in Polonia iniziavano a nascere le prime vocazioni.

Oggi la sede principale dell’Istituto è in San Giovanni Rotondo, Viale Cappuccini, 140.

Le Ancelle della Divina Misericordia sono presenti in Italia, Germania e Polonia.